Il blog di un emigrante napoletano innamorato del Sud

Natale 2018 a Napoli e propositi per il nuovo anno!

Natale 2018 a Napoli e propositi per il nuovo anno!

Dopo due anni finalmente quest’anno ho avuto la fortuna di poter trascorrere le vacanze natalizie a casa mia, due settimane straordinarie tra Natale e Capodanno come solo a Napoli posso vivere. H messo da parte tutto compreso questo blog, per celebrare insieme a migliaia di altri meridionali emigranti quella che è è stata ribattezata la “festa del ritorno”, quel momento in cui celebrando la nascita di Cristo, ogni emigrante ritorna alla sue radici. Giornate intense che purtroppo hanno volto al termine durante le quali ho ritrovato la mia adorata famiglia, rincontrato vecchie conoscenze, rivissuto momenti, tradizioni, gusti e sensazioni dal sapore passato e sempre attuale. Ho riscoperto una Napoli sempre bella e messa a lustro per i Natale, invasa da turisti e dal sole, un po’ più commerciale e come sempre accogliente.

Sarà stato il clima vacanziero e si sa in vacanza tutto è più bello, ma Londra per tutti questi giorni non mi è per niente mancata, anzi. Mi è mancata la mia indipendenza certo ma ho cercato di pensare all’Inghilterra il meno possibile e ora che sono ritornato qui il solo pensiero mi mette una tristezza…! Man mano ritorno alla solitudine e alla monotonia londinese, al suo grigiore e la sua piattezza mentre Napoli mi sembra sempre più l’Eden. Non ho mai rinnegato le mie esperienze all’estero e anzi mi sento fortunato a vivere a Londra che è sempre stata la mia meta favorita, ma tra tanti sacrifici mi sto rendendo conto che il gioco è arrivato ad un punto che forse non vale più la candela. Tanti momenti persi, la lontananza e l’adattamento ad un contesto che non ho mai sentito mio non sono più compensati dal semplice lavoro, benchè gratificante e ben retribuito. Da qui la decisione che sto coltivando nel 2019 di voler definitivamente ritornare, possibilmente a Napoli, o comunque di avvicinarmici in Italia.

Certo in questi giorni ci sono stati momenti di incomprensione, difficoltà di adattamento e alcuni “problemi” di incomunicabilità rendono sempre più evidente il mio essere poco abituato alla realtà napoletana fatto di modi e linguaggi propri. Il contesto infatti resta fortemente problematico, le questioni aperte che ogni napoletano conosce (il disagio sociale, la povertà, la disoccupazione, la prepotenza, ecc…) sono sempre lì al di là della patina luccicante del turismo di via Toledo o di via dei Tribunali a ricordare che non sei a Parigi o a Picadilly Circus. In questo quadro di eccessi e di miseria è normale che non mi senta a mio agio, ma forse nessun napoletano lo è o sono io che forse sono diventato, per forza di cose, un po’ più inglese e un po’ meno napoletano. Eppure tutto di questa città mi piace, nella capitale del Mezzogiorno mi è tutto così familiare e nello stesso tempo misterioso. La lontananza mi ha fatto sviluppare la capacità di scoprire facce mai viste di una città che ogni volta sembra nascondere qualcosa e la sfida per me è quella di poterla vivere il più possibile con la mia famiglia.

Non so ancora se e quando precisamente mi trasferirò e neppure per fare cose. Molto dipenderà da come la situazione politica ed economica si svilupperà in Italia e UK nei prossimi mesi. Ma una cosa è chiara, io a Londra ho la sensazione di sprecare la mia vita e questo è qualcosa che non posso perdonare a me stesso per questo credo che la soluzione migliore sia andare via e cercare altro. Purtroppo mi rendo conto che ci sono tantissime persone che coltivano il mio stesso sogno senza vederlo mai realizzato. Un terno al lotto che capita a pochi e che spero di guadagnarmi. Vedremo se questo nuovo anno sarà davvero l’ultimo per me nella capitale inglese e il primo di nuovo da non-emigrante. Ad ogni modo auguro a tutti un sereno anno nuovo e un augurio a tutti quelli come me che amano la propria terra di poter finalmente tornare al sud.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *